LA PERDITA UDITIVA NEI BAMBINI
Se al bambino è stata appena diagnosticata una perdita uditiva, con molta probabilità avrai un’infinità di dubbi e domande. Sappiamo quanto sia difficile abituarsi mentalmente all’idea che il proprio bambino debba portare degli apparecchi acustici. Per questo ti invitiamo a parlare apertamente con il tuo audioprotesista, condividendo con lui interrogativi ed emozioni.

- Sviluppo della parola

- Lo sviluppo sociale

- La perdita uditiva varia in base all'età del bambino

- La perdita uditiva in ambiente scolastico

- Collabora con il tuo audioprotesista
 

Il bambino nato sordo con sordità profonda, non trattata tempestivamente, non acquisisce e sviluppa il linguaggio.

Il suo deficit è la sordità ma il vero handicap è l'assenza della lingua orale.

Per un recupero pressoché completo del bambino sordo ed il suo inserimento in una vita sociale e relazionale normale sono necessari, entro i primi 6-12 mesi di vita, principalmente tre fattori: diagnosi precoce, tempestiva protesizzazione, intervento protesico-riabilitavo.

Una diagnosi effettuata con ritardo compromette e riduce i risultati di recupero del bambino

Quando nasce un bambino con bisogni speciali, i genitori possono sentirsi gravati di una responsabilità maggiore e avere difficoltà a capire come riuscire ad assolvere al loro compito.

LA SORDITA' NEI BAMBINI

La sordità può dipendere da varie cause, alcune delle quali agiscono prima, durante o subito dopo la nascita. In questi casi il neonato fin dai primi giorni di vita è privato della possibilità di sentire, o comunque di sentire bene e, soprattutto se la sordità è grave o profonda, avrà notevoli difficoltà ad imparare a parlare, trovandosi in quella condizione che fino a pochi anni fa veniva chiamata di “sordomutismo”. Già dal XVI secolo è stato compreso che le persone sordomute non riescono a parlare in quanto sorde: il loro meccanismo di produzione della voce è assolutamente integro, come pure lo sono le capacità apprendimento del linguaggio, che però in mancanza dell’input uditivo non riescono a manifestarsi spontaneamente come avviene in tutti i bambini udenti


SORDI CHE SENTONO
Entro i 4-6 mesi devono essere prescritte e applicate protesi acustiche di potenza elevata, che devono essere regolate in modo personalizzato, sulla base di numerose osservazioni audiologiche e logopediche. - Nello stesso periodo si deve iniziare la terapia logopedia, eseguita da un operatore esperto in sordità infantile

Condividi

Carrello